Michelangelo ci ha lasciato alcuni dei dipinti, sculture e schizzi più significativi nella storia dell’arte europea, e l’importanza dell’artista Michelangelo non può essere sottovalutata.

Questo innovatore siede accanto ad un altro maestro del Rinascimento, Leonardo da Vinci, come I due membri più influenti di questo movimento, che ha aiutato a creare così tanto di ciò che amiamo nel mondo dell’arte odierna.

Michelangelo.net vuole portare tutti i momenti salienti della sua carriera insieme in piccoli pezzi, con più informazioni disponibili per coloro che vogliono conoscere più dettagli su elementi della sua vita e del suo lavoro.

Per chi è nuovo alla carriera dell’italiano Michelangelo, abbiamo incluso diversi dei suoi lavori più famosi nella homepage, in modo che possiate capire velocemente di chi si trattava, e probabilmente realizzerete che comunque qualcosa lo conoscevate già. I media moderni sono pieni di riadattamenti di lavori sulla scia di Michelangelo, Leonardo da Vinci e molti altri artisti del Rinascimento.

Oltre che i media moderni, questi artisti hanno anche influenzato pesantemente molti artisti che sono venuti dopo di loro. Alcune di queste influenze sono assolutamente evidenti, quando producono versioni proprie di opere d’arte classiche, mentre altre influenze sono forse più generali e sottili.

Dipinti, Sculture & Disegni Famosi di Michelangelo

Per un’introduzione alla carriera di questo straordinario artista, trovate sotto un riassunto dei momenti salienti della carriera di Michelangelo, con maggiori informazioni disponibili su ciascuno tramite i rispettivi link. Abbiamo tentato di offrire una gamma globale che include vari mezzi in cui era coinvolto, soprattutto dipinti, sculture, disegni oltre anche ad alcune invenzioni. Puoi vede una lista completa di immagini incluse nel sito web nella nostra galleria.

Una lista più completa delle discipline in cui Michelangelo fu coinvolto durante la sua carriera includerebbe Sculture, Dipinti/Affreschi, Disegni/Schizzi, Architettura, Invenzioni e Poesie.

Scultura del David

La scultura del David di Michelangelo arrivò agli inizi del 16mo secolo ed è considerata una delle sculture più impressionanti nella storia dell’arte.

Ci vollero tre anni per il suo creatore per completare il David e fu un passo importante nelle prime fasi di una carriera che avrebbe continuato a raggiungere simili grandi successi da lì in poi.

Questa scultura ha un significativo valore simbolico e serviva come promemoria della forza e determinazione fiorentina a quei tempi, nonostante la posizione geografica precaria della regione rispetto a molti Stati avversari in Italia e all’estero.

Si sostiene che gli occhi del David fossero puntati in direzione di Roma come avvertimento, per la sicurezza che i fiorentini avevano nella propria abilità di difendersi da qualsiasi attacco.

Questa scultura è stata esibita in diverse posizioni durante la sua esistenza ed è diventata così di valore per la storia dell’arte che a volte sono state mostrate al suo posto delle repliche, in parte anche a causa di un attacco nel 1991 che lasciò l’originale con alcuni piccoli danni.

La Scultura della Pietà

Il tema della scultura della Pietà riporta chiare origini del Nord Europa di quel periodo e fu commissionata dal cardinale francese Jean de Billheres.

Tutti i capolavori dell’arte europea sono stati sottoposti ad un’incredibile ricerca e discussione fin dalla loro creazione, e la Pietà non è diversa sotto questo aspetto.

La significatività della scultura della Pietà, oltre che del suo creatore Michelangelo, ha significato che la sua posizione prevista come statua funeraria è stata da allora cambiata, perché fosse meglio protetta e anche disponibile per essere vista da più persone.

Michelangelo scelse di rappresentare questa visione di Cristo in una direzione nuova rispetto a quanto molti altri artisti italiani avevano fatto prima di lui, cercando di evitare che il tema della morte fosse l’unico tema del lavoro.

La nostra sezione specifica sulla Pietà sottolinea le qualità artistiche della scultura e copre anche tutte le controverse discussioni che l’hanno circondata negli anni che sono passati da allora.

Il Soffitto della Cappella Sistina

Il Soffitto della Cappella Sistina contiene alcune delle operte d’arte migliori della storia europea.

Michelangelo prese in carico una delle sue commissioni più impegnative e mise insieme una collezione di intricati affreschi che lavoravano insieme perfettamente.

Il compito monumentale portato a termine da Michelangelo durò per cinque anni all’inizio del 16mo secolo, e fu il genere di progetto che richiedeva un artista con la reputazione e la sicurezza di qualcuno come Michelangelo.

Il Giudizio Universale, dipinto sulle destra, era piazzato sul muro dell’Altare, e si unisce al soffitto. Michelangelo aggiunse questo affresco diversi decenni dopo per una commissione separata.

La Cappella Sistina fu lasciata come un must assoluto da visitare per gli appassionati d’arte di tutto il mondo e nell’era moderna c’è stato uno sforzo ancora maggiore per proteggere la sua bellezza per le generazioni future. L’arte del rinascimento continua ad essere rilevante per i nuovi artisti che riconoscono i risultati raggiunti da quelli come Michelangelo.

Dipinto La Creazione di Adamo

TLa Creazione di Adamo è il pezzo centrale del magnifico soffitto della Cappella Sistina.

Michelangelo passò molti anni a completare questa elaborate serie di affreschi che al tempo risultarono controversy, ma che sono rimasti elementi chiave della storia dell’arte fin d’allora.

Questa opera d’arte è stata usata per vari scopi in molti modi diversi nei media moderni ma l’originale rimane sicuramente il migliore, e questa scena è l’elemento più riconoscibile di tutta l’arte che si trova nella Cappella Sistina.

La nostra pagina specifica dedicata alla Creazione di Adamo sottolineerà dove questo dipinto si integra nella serie generale di affreschi oltre a discutere dell’ovvio simbolismo che vi si trova.

Dipinto Il Giudizio Universale

Il Giudizio Universale è un affresco di Michelangelo che si trova nella Cappella Sistina, ma che venne molti anni dopo il suo lavoro sul soffitto.

Questa opera d’arte si trova sul Muro dell’Altare e ha ovunque un’enorme attenzione al dettaglio, il che spiega perché si crede che l’artista abbia impiegato circa sette anni per completarlo.

La nostra pagina specifica dedicata al Giudizio Universale riporta maggiori informazioni sull’affresco oltre ad immagini che contengono l’opera intera, e non solo il suo principale punto focale che potete vedere incluso qui.

Un elemento interessante di questo affresco è il modo in cui Michelangelo scelse di ritrarre Cristo, che non era in linea con il modo in cui altri artisti avevano tradizionalmente riportato questa icona religiosa. Furono apportate successive modifiche, tuttavia, perché l’apparenza di naturale magrezza delle figure principali dell’artista non piacque molto ad alcuni membri della Chiesa Vaticana.

La Basilica di San Pietro

Michelangelo fu uno dei molti architetti a contribuire alla Basilica di San Pietro.

La Basilica di San Pietro rimane l’opera di architettura più prestigiosa e artisticamente impressionante su cui Michelangelo abbia mai lavorato.

Michelangelo ricevette il ruolo di Capomaestro nel 1547 e prese i piani preesistenti per l’edificio, assumendoli in una fase in cui lo sviluppo era cominciato e una buona parte delle fondamenta erano già state costruite.

Questo fece sì che i tocchi di Michelangelo rimanessero sulla continuazione dei lavori sull’edificio, anche dopo la sua morte. La Basilica di San Pietro è vista da molti come il miglior elemento dell’Architettura Rinascimentale dell’intero periodo.

Il Mosè

Il Mosè era una scultura a figura intera create da Michelangelo nel 1515.

La fotografia a destra mostra la metà superiore dell’opera, e l’incredibile dettaglio che lo scultore riuscì a produrre.

La scultura originale rimane in ottime condizioni e si può trovare a San Pietro in Vincoli a Roma. Molte delle sculture di Michelangelo si sono deteriorate nel tempo, ma oggi ricevono le cure migliori per preservare al meglio tutto ciò che resta della sua carriera.

Il Papa Giulio II richiese a Michelangelo di lavorare su alcuni elementi della sua tomba, il che era chiaramente una commissione di altissimo livello da ricevere in quel periodo dello Stato Papale Italiano.

Il Mosè fu creato in Marmo, che era uno dei materiali preferiti dall’artista per lavorare. La tomba avrebbe dovuto includere questa scultura insieme a molte altre in uno schema davvero elaborato che sarebbe stato adeguato allo status del Papa.

La Conversione di Saulo

La Conversione di Saulo è un affascinante affresco del 1545.

Questo affresco ha un livello di dettaglio e attività simile al Giudizio Universale e anche alla Crocifissione di San Pietro, che fu l’opera di Michelangelo immediatamente successiva.

Questa opera d’arte di Michelangelo può oggi essere vista alla Cappella Paolina, nei palazzo Vaticani a Città del Vaticano ed è un affresco tipicamente enorme, largo circa 6 metri e alto 6 metri. È piuttosto raro al giorno d’oggi vedere artisti che producono dipinti tanto grandi, ma può ancora accadere di tanto in tanto.

La scala di questo lavoro riflette il fatto che Michelangelo impiegò circa tre anni per completarlo.

Bruto

Il busto scolpito di Bruto fu commissionato da Donato Gioanotti nel 1538.

L’importanza di questa opera non può essere sottovalutata quando si considera che rimane l’unico busto che fu completato da Michelangelo stesso, uno degli scultori migliori nella storia dell’arte.

La meravigliosa fotografia sulla destra mostra un dettaglio della scultura del busto, con la luce che crea ombre attorno ai contorni dell’opera d’arte, indicando dove Michelangelo andò più a fondo nel marmo.

Molti credono che Michelangelo abbia usato il Bruto come un modo per indicare la sua disapprovazione per i poteri al comando di Firenze a quel tempo, ma senza essere così ovvio da finire nei guai. Usando questa figura come una rappresentazione della libertà e della giustizia, stava direttamente parlando contro coloro che sentiva essere opposti a questi ideali.

La scelta dei soggetti per le sculture e gli affreschi di Michelangelo può quasi essere da sola una lezione di storia.

Bacco

Il Bacco è una scultura di marmo che venne creata nel 1497 e impiegò circa un anno per essere completata.

Lo scultore Michelangelo cerca di ritrarre il ben noto dio romano da ubriaco, ed è un altro esempio di come l’artista amasse affrontare argomenti comuni con la sua propria prospettiva.

Questa scultura è un altro esempio di come Michelangelo fosse abile nel catturare il corpo umano in maniera così bella e tecnicamente corretta nelle sue sculture.

Il David è un altro ovvio esempio insieme al Bacco della sua abilità tecnica di scolpire il corpo fisico con stile e precisione.

Le Opere d’Arte di Michelangelo

La fotografia dettagliata della Creazione di Adamo è al momento l’opera d’arte di Michelangelo più popolare scelta per la riproduzione.

Ce ne sono, tuttavia, molte altre tra cui scegliere nella galleria di cui si trova il link su questo sito. Le fotografie delle sue sculture sono anche scelte molto popolari, così come le fotografie dettagliate di altri elementi della Cappella Sistina.

Le opera d’arte di Michelangelo e Leonardo da Vinci rimangono le più riprodotte tra tutta l’arte originaria dell’epoca del Rinascimento, il che riflette la loro importanza come artisti, ma negli ultimi anni c’è anche stato un crescente interesse per gli artisti e i movimenti moderni, come il Romanticismo, l’Espressionismo Astratto e il Post Impressionismo.

Il Blog di Michelangelo

Questo blog offer le ultime informazioni relative all’artista, come le nuove mostre in Europa, America e nel resto del mondo. Potrebbero esserci anche altre informazioni come i tour di Michelangelo per vedere alcune delle sue opere migliori in tutta la loro gloria oltre ad altri elementi dei media che si concentrano sull’incredibile eredità lasciataci da Michelangelo. Puoi trovare il blog di Michelangelo qui.

Nonostante la vita di questo artista sia stata molti secoli fa, ci sono ancora novità su di lui su tutti I media ogni settimana e il blog cercherà di moderarle per quanto possibile per offrire maggiori risorse per coloro che desiderano saperne di più su questo grande uomo.

La Biografia di Michelangelo

La nostra Biografia offre un riassunto eccellente dei momenti chiave della vita dell’artista Michelangelo, parlando della sua nascita e infanzia, la sua distintiva carriera e tutto quanto fino alla sua morte molti anni dopo. Agli studenti e a chiunque altro desideri capire velocemente qualcosa in più su di lui è consigliato di controllare qui prima e di cercare in altre aree del sito poi.

Puoi trovare la biografia di Michelangelo qui, ed è organizzata per anno e decennio.

Le Sculture di Michelangelo

Michelangelo produsse un gran numero di sculture durante la sua vita, rendendola la sua forma d’arte distintiva, anche di fronte agli affreschi della Cappella Sistina e ad alcuni dei piani architettonici che furono usati per edifici che sono in piedi ancora oggi. Oltre ai suoi lavori più noti come la Pietà e il David, ci sono molte sculture alternative da godersi in questa sezione del sito che copre questo mezzo particolare appieno, con lo scopo di offrire un riassunto completo del catalogo delle opere d’arte scolpite dall’artista.

Puoi scoprire di più sulle sculture di Michelangelo qui, con ciascun lavoro presentato con le informazioni chiave e le risorse per saperne di più su ciascuno di essi.

Dipinti/Affreschi di Michelangelo

I dipinti di Michelangelo includono il soffitto della Cappella Sistina, che rimane uno dei punti salienti della sua carriera. Il livello di dettaglio in questo lavoro era straordinario ed elementi individuali di esso sono considerati capolavori di per sé, come la Creazione di Adamo che era uno dei pezzi centrali dell’intera opera.

Michelangelo sarebbe tornato dopo, molti decenni più tardi, con una nuova commissione nella Cappella Sistina che sarebbe stato l’affresco del Giudizio Universale, che portò ancora più in alto le qualità artistiche di questo luogo. Molti anni ancora della sua vita furono spesi per lavorare su questa opera dopo che la nuova commissione era stata decisa.

Disegni/Schizzi di Michelangelo

I disegni e gli schizzi di Michelangelo furono la base per molta della carriera dell’artista, che fossero studi per affreschi successivi, abbozzi per nuove invenzioni o piani architettonici. Di recente si è prestata attenzione alle sue sostanziali capacità naturali nel disegno con molte mostre che si concentrano su quest’unico elemento della sua carriera.

Gli schizzi originali senza altro lavoro ci mostrano il talento grezzo dell’artista tramite dettagli schizzati per ritratti, edifici e studi anatomici. La maggior parte dei suoi seguaci rinascimentali troveranno molto di loro gusto nella carriera di Michelangelo, e la sua influenza su artisti successivi attraverso molti mezzi non può essere negata.

L’architettura di Michelangelo

La più notevole commissione architettonica per Michelangelo fu di completare i lavori sulla Basilica di San Pietro. Molti artisti importanti dedicarono anni della loro vita al completamento di questo progetto, portando il lavoro dei disegnatori precedenti sempre più avanti. Molti altri piani architettonici chiave prodotti da Michelangelo purtroppo non furono realizzati, ma lo furono abbastanza da farlo considerare un Architetto Rinascimentale estremamente significativo.

Puoi saperne di più sull’architettura di Michelangelo qui, inclusi i disegni architettonici e maggiori dettagli sugli specifici progetti in cui sarebbe stato coinvolto.

Le Invenzioni di Michelangelo

Michelangelo non era un inventore allo stesso modo di Leonardo da Vinci, ma produsse molti disegni significativi basati su prodotti nuovi e in via di sviluppo, molti dei quali sarebbero stati utilizzati. Invariabilmente, all’artista sarebbe stato commissionato di aiutare con il lato artistico delle nuove macchine, ma non ci è noto che a lui stesso siano venute le idee originali.

Puoi saperne di più sull’argomento delle invenzioni di Michelangelo qui, che tendono ad essere disegni dettagliati che illustrano diverse macchine complessi e prodotti di quell’epoca.

La Poesia di Michelangelo

La letteratura, e in particolare la poesia, era un’altra significativa area di interesse per Michelangelo. Il movimento stesso del Rinascimento incluse molti contributi di valore alla Letteratura e segnò importanti sviluppi in questa categoria artistica.

Ci sono informazioni sulla poesia di Michelangelo qui, e questo include un focus su circa dieci dei suoi più noti contributi letterari. Mentre l’artista rimane meglio noto per le sue sculture e i suoi affreschi, la poesia era un’altra impressionante freccia nel suo arco.